News

Concerti associativi

L’inizio dell’ anno, che da poco ha visto l’alba, è stato motivo di grande propositi e di rinnovati impegni nella vita personale affettiva e professionale di molti. Nello specifico propriamente associativo, alcune delegazioni del nostro Sodalizio hanno voluto dare un tangibile segno di operosità, proponendo, alle rispettive Comunità, toccanti ed apprezzati momenti musicali che hanno dato occasione di conoscere l'Associazione.

Nel portare avanti questa lodevole iniziativa, si sono distinte, in ordine di tempo, le Delegazioni Comunali di Sersale e di Fermo, proponendo alla cittadinanza due concerti di cui ci piace riproporre una breve sintesi di quanto riportato sulla stampa locale.

 

 

 

Si è svolto lo scorso 3 gennaio nella bellissima Chiesa Madre della Città di Sersale in Piazza Barone Casolini l’evento “Christmas Concert” organizzato dalla Delegazione Comunale dell'Associazione Cavalieri di San Silvestro in collaborazione con la Parrocchia Santa Maria del Carmelo e con il patrocinio dell'Amministrazione Comunale.

Dopo i saluti del Parroco Don Fabio Rotella e del Sindaco Salvatore Torchia, il neo Delegato Giorgio Versea (nella duplice veste anche di Direttore del coro), ha ringraziato e salutato il Dott. Vincenzo Valente, delegato uscente, per la meravigliosa opera svolta fin ora con la piccola delegazione di Sersale infatti l'evento del concerto è stato anche l'occasione dell'avvicendamento ufficiale tra i delegati della nostra associazione, insieme hanno illustrato i principi, gli obiettivi e le attività dell’Associazione silvestrina, sottolineando la grande importanza che può avere il sodalizio nella Città di Sersale, prossima a festeggiare i 400 anni, un lungo periodo nel corso del quale la famiglia di Mons. Casolini, originario di Sersale e Rettore Nazionale dell’Associazione, ha svolto ruoli importanti istituzionali e sociali.

 

Dopo l’ouverture jazzistica affidata ad un gruppo di eccellenti musicisti denominati Why Notes, il concerto è entrato nel vivo con l’esibizione delle Corali Ecce Homo di Mesoraca e dei SS Pietro e Paolo Apostoli di Petronà, dirette rispettivamente dai Maestri Giorgio Versea e Rosario Folino. Il numeroso pubblico ha potuto gustare alcune tra le più belle e note canzoni natalizie, intervallate da brani tradizionali calabresi accompagnati anche dalla fisarmonica di Giorgio Versea

Le due formazioni corali, amalgamate in un unico coro di circa 40 cantori, hanno proposto melodie immortali quali Astro del ciel, Gli angeli delle campagne, Adeste fideles, Ave Maria, con le voci magistralmente armonizzate dal Maestro organista Rosario Folino e impeccabilmente dirette dal Maestro Giorgio Versea. Come detto, non è mancata una parte originale con alcuni canti della tradizione calabrese eseguiti anche in dialetto locale.

Al termine del concerto, dopo i bis acclamati dall’assemblea, tutti gli intervenuti di sono trattenuti per un cordiale brindisi di buona anno, accompagnato ad un piacevole buffet offerto dall'Amministrazione Comunale.

 

https://www.lanuovacalabria.it/post/christmas-concerta-sersale-pomeriggio-di-note-nella-chiesa-madre-video

 

 

“Sinfonie Apparenti” al Teatro Comunale

L’Orchestra Fiati di Macerata Si intitola “Sinfonie Apparenti” il concerto ad ingresso libero che si terrà il 6 gennaio alle 17,30 al Teatro Comunale grazie all’organizzazione dell’associazione Cavalieri di San Silvestro Papa con il sostegno del Comune. Sul palco la neonata Orchestra Fiati di Macerata diretta dal M° Andrea Menichelli. Tra le finalità dei Cavalieri di San Silvestro Papa, diffusi in tutto il mondo e con una...

Atti straordinari del Consiglio di presidenza

ATTI DEL CONSIGLIO

Nella recente riunione del Consiglio di Presidenza, tenutosi con convocazione straordinaria presso la Sede, sono emerse alcune proposte tra le quali – di seguito- ne riportiamo due.

La prima riguarda la costituzione di una “Commissione per la Cultura”, la cui nascita è sorta a seguito delle numerose richieste, da tempo pervenute da più parti, di proporre, organizzare supportare eventi culturali che tocchino i campi della Cultura a 360 gradi.

La Commissione, già costituita sul piano giuridico, prenderà il via con l’inizio dell’anno 2020 e sarà composta di membri del Sodalizio Silvestrino di riconosciuta competenza nell’ambito delle attività svolte durante la propria professione o che abbiano maturato e coltivato specifici interessi.

Il Consiglio valuterà anche l’inserimento di membri esterni che, pur non appartenendo all’Associazione, nel tempo, abbiano dato prova di vicinanza, concreta collaborazione e specifica capacità, unitamente ad una spiccata preparazione nelle materie per le quali si richiederà riconosciuta esperienza.

Quanti volessero fornire il loro contributo saranno benvenuti.

        Al fine di valorizzare al meglio la specifica competenza, si invitano gli interessati ad inviare un curriculum aggiornato, non oltre il 30 gennaio, suggerendo lo specifico e riconosciuto campo d’interesse.

Saranno presi in considerazione anche qualifiche intervenute e maturate nel corso degli anni, indipendentemente dalla specifica preparazione istituzionale, purché comprovate da riconoscimenti della competente Autorità di settore.

La Commissione cultura sarà composta da 7 a 9 membri, con durata d’incarico triennale, rinnovabile per tre mandati ad eccezione per coloro che avranno dato prova di inequivocabile competenza e riscontri…

La seconda proposta approvata, riguarda  l' Istituzione del settore giovani che prenderà il nome di “ Cadetti Silvestrini”.

La fascia di età prevista per l’accoglienza è stata individuata tra i 18 ed i 25 anni.

A loro saranno affidati ruoli di supporto nelle attività del personale addetto al cerimoniale, contribuendo, qualora necessitasse, nel coadiuvare anche le incombenze della segreteria.

Al raggiungimento dell’età prevista per il passaggio quale Benemerito/a, che viene elevata ai 25 anni , ai due Cadetti più meritevoli che avranno dato prova di costanza, continuità di presenza e di lodevole espletamento degli incarichi loro affidati, sarà consentito l’ingresso al Sodalizio “Motu proprio”.

Avranno un coordinatore interno e pur godendo di una relativa autonomia, faranno capo al Cerimoniale e direttamente al Rettore Presidente.

L’attività dei “Cadetti” , inoltre, avrà uno speciale “Regolamento” che indicherà divise, comportamenti, servizi da svolgere all’interno del Sodalizio e quanto necessario per lo svolgimento dell’attività loro demandata.

L’ammissione alle file dei “Cadetti Silvestrini”, previsto in   un numero chiuso che non supererà le 100 unità, sarà primariamente riservato ai parenti degli associati per poi aprirsi a coloro che ne faranno richiesta.

COMUNICAZIONE

     Si ritiene opportuno portare a conoscenza di tutti i Sodali la circostanza che la Casa Ducale e Comitale d’Este Orioles ha inteso rescindere, unilateralmente, il Gemellaggio, a suo tempo, posto in essere con l’Accademia I. Mauriziana, con ogni conseguenza del caso.

    Risultando, come noto, la Monumentalis Ecclesiae Sancti Silvestri Societas   - Associazione dei Cavalieri di San Silvestro- gemellata con la Ducale Casa d’Este Orioles, si riterrebbe indicato assumere, per il futuro, comportamenti che siano in tutta omogeneità con quanto deliberato dalla menzionata Casa.

Concerto per Orchestra e Grand'Organo al Pantheon

74887168 2608867389194063 6307438556855926784 n

 

Sabato 16 Novembre nella splendida cornice del Pantheon, altrimenti noto come Basilica di Santa Maria ad Martyres, l’Associazione dei Cavalieri di San Silvestro con l’Accademia Ergo Cantemus, ha tenuto a battesimo il nuovo organo a 10 canne in un concerto inaugurale che ha visto l’orchestra composta da 53 elementi, diretta dal Maestro Giuseppe Galli, esibirsi in “Harmonies Paroissiales” con 2 brani: il primo “Fantasie Triomphales” di Théodore Dubois e il secondo “Fantasie Dialoguèe op. 35” di Léon Boëllman. Il Maestro Joseph Solé Call, primo organista della Basilica di San Pietro in Vaticano, ha accompagnato i brani magistralmente eseguiti dall’Accademia facendo risuonare nell’antico tempio un organo del 1926 a trasmissione elettrica che era oramai in disuso dal 1985. Alla presenza di autorità del mondo delle istituzioni, politico, religioso, del giornalismo e dello spettacolo si è potuto pertanto assistere ad un evento unico nel suo genere capace di emozionare tutti i presenti.

PANTHEON

VIII Convegno di Studi di Diritto Nobiliare

Da sx Puccinelli Sannini Spagnesi Baffa Trasci Can. Casolini di Sersale Petrini Mansi Palma e Giumetti 

L'Associazione Cavalieri di San Silvestro

con l'Istituto Internazionale di Diritto Nobiliare ha promosso il Convegno:

“Dinastie Europee a confronto: un dialogo storico-giuridico"

 

E’ stato il Circolo Pio IX il teatro dell’ottavo Convegno di Studi di Diritto Nobiliare.

Dopo la nostra Rettoria Vescovile di San Silvestro in Tivoli, la Sala Santa Rita a Roma, la Protomoteca del Campidoglio, il Senato della Repubblica 

e la Camera dei Deputati, l’infaticabile organizzatore dell’evento, il Prof. Emilio Petrini Mansi Marchese della Fontanazza, ha accolto nel Circolo

Ufficiali dell’Esercito sito nel pieno centro di Roma, i numerosi partecipanti, tra i quali si potevano contare i più bei nomi dell’aristocrazia, capitolina e non solo.

Nelle eleganti sale del circolo, tappezzate da boiseries e specchi antichi, gli autorevoli relatori si sono lasciati apprezzare per la loro chiarezza espositiva

con la quale hanno parlato: di nobilitas ai tempi della Roma antica per mezzo dell’accattivante retorica del Prof. Antonio Palma dell’Università

Federico II di Napoli; di costumi aristocratici e ricerca della felicità attraverso le acute osservazioni del Prof. Enrico Spagnesi dell’Università di Pisa;

di casate imperiali europee godibilmente dipinte dal Dott. Demetrio Baffa Trasci Amalfitani di Crucoli. Infine, è stato presentato il volume:

“La Villa una famiglia toscana tra cronaca e storia” del Nobile Lorenzo Puccinelli Sannini, introdotto dal Prof. Fausto Giumetti dell’Università di Firenze.

Non è mancata neppure l’occasione di soffermarsi sul complesso ed allo stesso tempo affascinante cerimoniale pontificio spiegato da Carla Zambrini,

autrice di un saggio negli atti dello scorso convegno di diritto nobiliare pubblicati dall’Università di Pisa, che pubblicherà anche le relazioni di questo incontro.

Hanno introdotto l’evento, il nostro Rettore-Presidente Can. Luigi Francesco Casolini di Sersale e il Senatore Avv. Domenico Benedetti Valentini.

Il mondo universitario e della ricerca è stato rappresentato dal Presidente del Gruppo Esedra Dott. Aldo Casali che ha annunciato, per la primavera

del nuovo anno, l’attivazione del Corso in Diritto Nobiliare, Scienze Araldiche, Cerimoniale e Buone Maniere, desiderato dai molti che mirano a conoscere storia,

costumi e tradizioni della grande aristocrazia internazionale. Il corso verrà organizzato dalla Scuola Superiore per Mediatori Linguistici con sede a Pisa

e avrà quale referente proprio il Marchese della Fontanazza (per info: Diese E-Mail-Adresse ist vor Spambots geschützt! Zur Anzeige muss JavaScript eingeschaltet sein! )

L’associazionismo è stato rappresentato dalla grazia dell’Avv. Antonella Sotira, Presidente Ius-Gustando e Bailli Chaine des Rotisseurs.

Ad applaudire una platea gremita di teste coronate come i Principi Don Stefano Pignatelli di Cerchiara e Don Giuseppe Grifeo di Partanna,

il Colonnello Nob. Augusto de Strobel di Fratta e Campocigno con la consorte Contessa Giulia Miari Pelli Fabbroni, il nobile romano

Conte Lodovico Vannicelli Casoni Trulli, Nob. Grazia Puccinelli Sannini, il Marchese Giovanni Nicastro Guidiccioni, il Conte Enzo Modulo Morosini,

il Nob. Gianluigi Biagioni Gazzoli, il Barone Patrizio Imperato di Montecorvino, il Prefetto Fulvio Rocco De Marinis, il Giudice Michele Fini,

il Presidente del Consiglio Comunale di Castelnuovo di Garfagnana Francolino Bondi, l’Avv. Rotale Luciano D’Andrea, la scultrice Paola Crema Fallani,

lo stilista-astrologo di chiara fama Massimo Bomba, il M° Giulio Gorga, Dr. Armanso Cinquegrana, il musicista Biagio Andriulli, il dannunzista

Prof. Filippo Sallusto, il Cap. Daniele Diana Duranti, il Dr. Francesco Rovini Zei e consorte, Rossella Gadaleta, il Prof. Carlo Sportelli, Alessandro Sacerdoti,

Giuseppe Scopa, il Nob. Vincenzo Bramante, Prof.ssa Rosetta Attento, Prof.ssa Mariacristina Di Lorenzi, Lucilla Petrelli, Avv. Leoluca Russo, Avv. Ranieri Roda,

l’editore Luigi Sarpi, l’Avv. Stefano Sgadari, Avv. Giovanni Chianese, Dott. Stefano Rossano e Dott. Fabio Guasticchi Presidente del Premio “Costantinus Magnus”

e molti altri che si sono trattenuti all’ottimo pranzo preparato dagli chef del Circolo.